Oggi vediamo insieme cosa si intende per inflazione, e cominciamo anche a capire per quale motivo questo concetto sia così importante. Ho provato a fare un piccolo test, molto veloce. Digitando la parola “inflazione” su Google e poi limitando la ricerca alle notizie, si ottengono pagine e pagine di articoli. Decisamente, l’inflazione è qualcosa di cui si parla molto!

Ma di preciso, cosa si intende per inflazione? La risposta è semplice: l’inflazione è il continuo aumento dei prezzi all’interno di un sistema economico. Possiamo farci una prima idea di cosa significhi tutto questo … ascoltandoci una bella canzone!

Eh dai, Andrea, smettila di scherzare una buona volta! Stiamo parlando di una cosa seria come l’inflazione, la musica può aspettare non credi?

In effetti, la canzone che vorrei farvi ascoltare non l’ho scelta perchè mi piaccia particolarmente, ma proprio perché ci permette di capire come e quanto siano aumentati i prezzi in Italia negli ultimi anni. La canzone è  “Mille lire al mese“, ed è un noto singolo pubblicato nel 1939, colonna sonora dell’omonimo film.

Ora, per avere un’idea, mille lire equivalgono a 0,52 euro. Ai giorni nostri, con 0,52 euro forse riuscite solo, se siete fortunati, a comprarvi una bottiglietta di acqua minerale. Come è mai possibile che una cifra che oggi non basta nemmeno a comprarsi un panino potesse rappresentare, nel 1939, un sogno di felicità?

La risposta è molto semplice: dal 1939 ad oggi i prezzi dei beni sono aumentati in misura notevole: eccola qua, la famosa inflazione! Tanto per avere un’idea, un giornale nel 1939 costava 30 centesimi di lire, mentre ai giorni nostri costa 1,5 euro, l’equivalente di 2.904,41 lire. Fate un po’ voi il conto, per vedere di quanto è aumentato il prezzo! E la stessa cosa vale per tutti i beni.

Possiamo anche cercare di capire a quanto corrisponderebbero, oggi, mille lire del 1939. Per farlo, occorre fare un po’ di calcoli, ma non preoccupatevi! Nulla di difficile, basta fare un paio di moltiplicazioni e divisioni.

Come prima cosa, dobbiamo scaricare dal sito dell’ISTAT una tabella che contiene tutti i coefficienti di conversione dei valori monetari dal 1861 al 2016. Se aprite il file e cercate l’anno 1939, noterete che il coefficiente relativo è pari a 1.683,577.

A questo punto, dobbiamo moltiplicare le nostre mille lire per questo coefficiente, ottenendo la cifra di 1.683.577 lire. Se vogliamo avere il valore in euro, dobbiamo poi dividere il tutto per 1936,27. In questo modo, vediamo che mille lire nel 1939 equivalgono a circa 870 euro nel 2016.

La cifra può sembrare non così elevata, ma dobbiamo tener presente che l’economia di quegli anni era molto diversa da quella di oggi. Per capire l’effettivo valore che mille lire avevano nel 1939 non è sufficiente considerare a quanto equivarrebbero in termini di euro attuali. Dobbiamo andare a vedere il loro potere di acquisto, ossia l’insieme di beni che si potevano comprare con mille lire.

Questo tipo di valutazione è molto più complicata: se siete curiosi potete ad esempio guardare qui o qui. In pratica, nel 1939 mille lire equivalevano allo stipendio mensile di un dirigente di alto livello, posizione alla quale pochissimi italiani potevano sperare di arrivare.

Ora che abbiamo capito cosa si intende per inflazione, dobbiamo però capire per quali motivi questo concetto sia così importante in economia. In particolare, nei prossimi post passeremo in rassegna gli effetti dell’inflazione, e vedremo quali siano le cause del costante aumento dei prezzi.

 

 

Commenti

Pin It on Pinterest